Sanificazione allevamenti di suini

Introduzione

La prevenzione è un’arma importante di cui l’allevatore dispone per combattere i microrganismi patogeni che possono entrare nell’allevamento. Essa è un’arma indispensabile per combattere i cosiddetti Virus Immunosoppressivi o ISV (Immuno Suppressive Viruses). Tali virus aggrediscono il sistema immunitario abbassandone le difese e favorendo lo sviluppo di altri agenti patogeni, quali batteri ed altri virus che determinano patologie difficilmente debellabili.

La dispersione (diffusione e/o riporto) delle contaminazioni microbiche negli allevamenti o da un allevamento ad un altro, inoltre, può essere facilmente veicolata sia da strutture statiche come i capannoni, le attrezzature, il materiale organico, etc., sia da elementi mobili come gli stessi animali allevati, gli insetti, i roditori, l’areosol infettivo, e così via.


Aerosol infettivo:

La via più frequente d’ingresso di una nuova patologia in azienda è rappresentata dal suino portatore: l’esclusivo controllo di questa sola sorgente di contagio non risolve però la complessa problematica della protezione sanitaria di un allevamento. Le patologie possono “entrare” in allevamento sfruttando altri vettori: non tutte sono controllabili, per cui l’attenzione del responsabile sanitari deve concentrarsi su quelle gestibili. La trasmissione tramite aerosol è una delle prospettive più inquietanti nell’epidemiologia delle malattie, è difficile da prevenire e troppo spesso non può essere tempestivamente prevista: l’analisi delle caratteristiche di questo vettore può però fornire utili indicazioni sulle possibilità di controllo.

Un aerosol è costituito da particelle solide o liquide sospese nell’aria. Il Bio-aerosol è formato da particelle sospese di origine biologica che possono indurre nei soggetti sani infezioni, allergie, tossicosi, o altri effetti indesiderati. All’interno del Bio-aerosol, può essere distinto un particolare sottogruppo: l’Aerosol infettivo, caratterizzato dalla presenza di agenti patogeni. Ogni processo di frammentazione del materiale biologico genera aerosol: questo può essere rappresentato, negli animali, da tosse, starnuti e schizzi di urina e/o feci che liberano nell’aria quantità imponenti di particelle sospese.

La trasmissione per via aerogena delle malattie prevede 3 momenti fondamentali:

  • Produzione di aerosol infettivo
  • Trasporto di aerosol infettivo a contatto con soggetti sensibili
  • Inalazione di quote sufficienti di antigene da parte dei soggetti sensibili

Dati condotti sull’uomo indicano che ogni starnuto o colpo di tosse può produrre miliardi di particelle sospese di diametro inferiore ai 2 micron. Queste particelle possono veicolare microbi e raggiungere direttamente le ramificazioni più distanti dell’albero respiratorio.

Citiamo di seguito alcune patologie di cui è stata provata la trasmissibilità per tramite aerosol

  • Actinobacillus Pleuropneumoniae
  • Bordetella Bronchiseptica
  • Pasteurella Multocida
  • Escherichia Coli
  • Mycoplasma Hyopneumoniae
  • Afta Epizootica
  • MVS malattia vescicolare suina
  • Epidermite Essudativa
  • PRRS
  • PRCV
  • Influenza Suina
  • Malattia di Aujeszky
  • Malattia di Glasser
  • Salmonella spp

Il rischio di trasmissione aerogena delle malattie deve essere seriamente preso in considerazione, soprattutto nella sua componente intra-aziendale. La rigorosa gestione dell’ambiente e l’adozione di programmi di disinfezione sono buone prassi che concorrono enormemente nell’ottimizzare la carica presente nell’aria.


Come può l'allevatore attuare un piano di prevenzione?

L’allevatore per attuare un piano di prevenzione e difendere il suo investimento deve operare nei seguenti ambiti:
Sistemi di buona gestione aziendale

  • Tutto pieno
  • Tutto vuoto (parziale/totale)
Capitolato di biosicurezza
  • Impedire la contaminazione tramite le persone: igiene personale; indumenti protettivi e professionali per visitatori e personale; profilassi delle calzature
  • Impedire la contaminazione tramite le strutture e i materiali: pulizia delle aree perimetrali; profilassi automezzi; lavaggio, detergenza e disinfezione delle strutture e delle attrezzature; smaltimento delle acque reflue e del materiale organico
  • Impedire la contaminazione tramite gli animali: controllo insetti e roditori .
  • Garantire temperatura e ventilazione adeguate
Costi sanitari
  • Vaccinazioni
  • Medicazioni


Procedure di disinfezione

I disinfettanti richiedono una preventiva ed efficace rimozione del materiale organico per poter espletare al meglio la loro attività.

E’ indispensabile a tal fine che l’allevatore segua poche e semplici regole nell’intervento di disinfezione “fine ciclo”.

  • Pulizia a secco
  • Pulizia con detergente
  • Lavaggio
  • Disinfezione

In questi ultimi anni l’importanza di una “disinfezione costante e continuativa” durante tutto il corso del ciclo, ovvero in presenza di animali, ha preso sempre più rilevanza.

La disinfezione giornaliera, infatti, garantisce il controllo della “pressione infettiva” e della circolazione degli agenti patogeni per prevenire un incremento della CBT (Conta Batterica Totale) assicurando una notevole riduzione del rischio di malattie.

L’applicazione di un capitolato di biosicurezza unita ad un buon management aziendale comporta una riduzione del tasso di mortalità degli animali ed una diminuzione dei costi di medicazione.

REPARTO DETERSIONE VUOTO SANITARIO
DISINFEZIONE DETERSIONE

GESTAZIONE

SALA PARTO

SVEZZAMENTO

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

EXCELLENT: sanificante a base di aldeide glutarica 13%- quaternari d'ammonio 8%. Concentrazione d'uso 1-3%

EXCELLENT FORTE: sanificante a base di aldeide glutarica 23%- quaternari d'ammonio 5%. Concentrazione d'uso 0,5-1%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

SPECIAL FOAM: detergente schiumogeno neutro. Concentrazione d'uso 0,2-0,4%

SPECIAL FOAM C: detergente schiumogeno alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM F: detergente schiumogeno fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM CHLOR: detergente schiumogeno clorattivo fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-6%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

MAGRONAGGIO

INGRAZZO

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

EXCELLENT: sanificante a base di aldeide glutarica 13%- quaternari d'ammonio 8%. Concentrazione d'uso 1-3%

EXCELLENT FORTE: sanificante a base di aldeide glutarica 23%- quaternari d'ammonio 5%. Concentrazione d'uso 0,5-1%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

SPECIAL FOAM: detergente schiumogeno neutro. Concentrazione d'uso 0,2-0,4%

SPECIAL FOAM C: detergente schiumogeno alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM F: detergente schiumogeno fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM CHLOR: detergente schiumogeno clorattivo fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-6%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

VERRI

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

DIDECID: disinfettante a base di Sali d'ammonio quaternari. Registrazione Ministero della Salute n. 19186. Concentrazione d'uso 0,5-1%

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

EXCELLENT: sanificante a base di aldeide glutarica 13%- quaternari d'ammonio 8%. Concentrazione d'uso 1-3%

EXCELLENT FORTE: sanificante a base di aldeide glutarica 23%- quaternari d'ammonio 5%. Concentrazione d'uso 0,5-1%

SPECIAL FOAM: detergente schiumogeno neutro. Concentrazione d'uso 0,2-0,4%

SPECIAL FOAM C: detergente schiumogeno alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM F: detergente schiumogeno fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM CHLOR: detergente schiumogeno clorattivo fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-6%

MORTI

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

CLEAN: disinfettante a basre di cloramina T. Registrazione Ministero della Salute n. 8320. Concentrazione d'uso 0,3-0,5%

EXCELLENT FORTE: sanificante a base di aldeide glutarica 23%- quaternari d'ammonio 5%. Concentrazione d'uso 0,5-1%

SPECIAL FOAM C: detergente schiumogeno alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM F: detergente schiumogeno fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-4%

SPECIAL FOAM CHLOR: detergente schiumogeno clorattivo fortemente alcalino. Concentrazione d'uso 2-6%

DISINFEZIONE AUTOMEZZI

EXCELLENT: sanificante a base di aldeide glutarica 13%- quaternari d'ammonio 8%. Concentrazione d'uso 1-3%

EXCELLENT FORTE: sanificante a base di aldeide glutarica 23%- quaternari d'ammonio 5%. Concentrazione d'uso 0,5-1%

CALZATURE OPERATORE

EXCELLENT: sanificante a base di aldeide glutarica 13%- quaternari d'ammonio 8%. Concentrazione d'uso 1-3%. Per immersione in bacinelle

TRATTAMENTI SPECIALI

CLEANER SOW: detergente sanificazione per l'igiene della scrofa. Concentrazione d'uso 1-5%.

STRONG ACTIVE: assorbiodori, indicato in quanto contribuisce a ridurre i fenomeni di aggressività. Dal spruzzare tal quale.

RESOLVET LP: polvere spray microfine per la protezione di aree cutanee.

DERMOFEND AF: spray cutaneo Antibiotic free.

Privacy Preference Center